Editoriale

L’associazione Culturale URANIA a.c.s.d.  gestisce “Il Planetario di Palermo” uno spazio museale ed espositivo di circa 300 mq, dedicato all’Astronomia e alle Scienze della Terra, per il pubblico e le scuole, più gli spazi esterni, le terrazze e il prato della villa. All’interno della sala del  cinema Aaron, una della più importanti sale cinematografiche, poi Arena, del dopoguerra sino agli anni ottanta, nasce il primo Planetario in sede fissa della Città di Palermo con cupola di 8 mt di diametro per una capienza di 50 posti a sedere; il planetario ha un sistema di proiezione  digitale con sistema ottico fisheye in 3d Colours con il software Stellarium gestito da una Console di comando, completato da spazi espositivi e percorsi museali; all’interno della sala il pubblico troverà una mostra permanente sul Sistema Solare, la Via Lattea e le Galassie, e la Storia della Terra, schermi di proiezione con filmati tematici e postazioni WEB per la visualizzazione on line di siti astronomici dedicati ai corpi celesti e alle missioni spaziali attualmente in corso.
La struttura si apre alle scuole di ogni ordine e grado che avranno la possibilità di seguire percorsi specifici secondo le necessità didattiche; dallo studio del Sistema Solare, ai pianeti, al Sole il tutto completato da spettacoli tematici sotto la cupola del Planetario. Il Planetario e il percorso museale sono uno spazio per tutti dai più grandi che potranno avvicinarsi al mondo dell’Astronomia con semplicità e serietà e ai più piccoli che potranno usufruire inoltre di laboratori creativi di introduzione alla scienza astronomica e di spettacoli al planetario dedicati. La sala espositiva, in occasione della visita delle scuole o in occasione di eventi astronomici può ospitare incontri, seminari e convegni tematici. Negli ampi spazi aperti e sul prato della splendida Villa sarà possibile effettuare sessioni osservative diurne del Sole e notturne dei corpi celesti, per le scuole e il pubblico. Un progetto in via di sviluppo e di ampliamento che nel prossimo futuro prevede l’istallazione di nuovi strumenti ed exhibit scientifici, nonché la possibilità di ospitare mostre fotografiche, spettacoli e installazioni artistiche. Gli spazi interni ed esterni possono ospitare anche eventi teatrali, e spettacoli in genere, dalla musica al cinema.
Dott. Marcello Barrale
Annunci